Come è perché utilizzare le palline cinesi

Le palline cinesi sono un articolo erotico utilizzato per mantenere tonica e in salute la zona della muscolatura pelvica nelle donne, evitando problemi spiacevoli come l’incontinenza o la secchezza della parete vaginale, e garantendo un maggior piacere. Le palline cinesi dette anche Ben Wa Balls  o Geisha Balls  possono essere costituite da una singola sfera, oppure da due o tre sfere unite da un filo, con un cordone per poterle estrarre.

Continue reading

Cuore di mignotta

Avevo compiuto 52 anni da pochi mesi quando mio marito se ne andò di casa. Lo fece lasciandomi una serie di debiti e un figlio che studiava biologia all’università. Disperarsi non serviva sicuramente a granché, dovevo assolutissimamente rimboccarmi le maniche e specialmente cercare un secondo lavoro. Grazie ad un’amica mi accordai con un albergo vicino casa e ogni sabato e domenica trascorrevo la mattinata a riordinare le stanze – sostituendo la moglie del proprietario del hotel. Continue reading

Comprato dalla proprio matrigna 2 -La prima mattina da sottomesso

Puntuale alle ore 7 sentii girare la chiave nella toppa della mia camera . Eleonora si avvicinò al letto e senza dire una parola mi slegò le mani.
Indossava una camicia da notte bianca , che faceva vedere in trasparenza il suo intimo bianco.
Mi guardò negli occhi e mi disse :
“Preparami la colazione , ti aspetto in camera mia , ovviamente nudo.”. Poi guardandomi tra le gambe prima e negli occhi poi mi disse sorridendo: Continue reading

Déjà vu

Non era la prima volta che mia nipote rimaneva a dormire da me, ma quella notte di andarsene a dormire sul divano letto in salone proprio non ne voleva sapere. Passò ore quindi seduta ai piedi del mio letto a ricordare suo padre e a farmi domande su quando era piccola, sul matrimonio di mia sorella e suo padre. Poi all’improvviso mi abbracciò fortissimo e sommersa dalle lacrime mi disse “lo hai amato tanto mio padre, vero zia?” Quella frase mi paralizzò.

Continue reading

Un’estate indimenticabile

Era il 1982, e fu durante quella estate, che ebbi le mie prime esperienze sessuali. Avevo 16 anni ed ero nel pieno della tempesta ormonale tipica di quell’età; invidiavo i miei amici che avevano la ragazza e passavano il tempo pomiciando, e forse anche di più. Non ero brutto, tutt’altro, ma esageratamente timido. La mia timidezza non mi faceva avere successo con le coetanee;  basti pensare che quando riuscii a mettermi con una ragazza, questa mi lasciò dopo sei giorni perché non l’avevo ancora baciata.

Continue reading

Follia a San Silvestro

Abbiamo solo il tempo di una sigaretta fumata lentamente. Usciamo dal ristorante e a passo svelto raggiungiamo l’auto di Carla. Vi entriamo. Sui vetri si è già formato un velo di ghiaccio che ci renderà invisibili, nel caso dovesse  passare qualcuno. E’ una notte di San Silvestro fredda, ma i nostri corpi sono riscaldati dal desiderio che è andato crescendo durante il cenone  e le danze che ne sono seguite. Continue reading

Sotto la trapunta

Apro gli occhi, è ancora notte. Dalle finestre oscurate dalle tapparelle filtra solo la luce dei lampioni, appena sufficiente per distinguere le sagome nella camera. Resisto alla tentazione di guardare la sveglia sul comò e cerco di ritrovare il sonno, ma il campanile del paese suona tre rintocchi rivelandomi l’ora. Un cane ulula in lontananza, pure lui non dorme. Continue reading

Doppia vendetta

Ciao Luigi.

Ti chiederai: ”Cosa vuole alle cinque e mezzo del pomeriggio mia moglie da me inviandomi questa e-mail?” Voglio sorprenderti!!

Marco, l’inquilino dell’ultimo piano che una volta alla settimana si occupa di curare il giardino del condominio, è stato gentilissimo a mostrarmi le riprese che ha fatto con il suo cellulare due giorni fa.

Stava per aprire  la porta del rimessaggio attrezzi ma, udendo mugolii e gemiti giungere dall’interno, desiste dal farlo, si dirige alla finestrella laterale e da lì immortala due amanti mentre fanno sesso.

Scommetto che adesso stai sudando freddo, lurido bastardo!!!

Continue reading

Gilda, la sensazione di un attimo

Ottobre….quale mese più odioso di Ottobre! Oggi è Martedì… il giorno più odioso della settimana.
Oltre tutto è una giornata uggiosa.
Piove. Beh, non proprio…pioviggina. Quella pioggerella fine fine, odiosa come il mese di Ottobre ed il Martedì.
Dall’interno del negozio dove lavoro, distrattamente guardo fuori la gente che passa.
Nessuno si ferma a guardare la vetrina. Tutti scappano via veloci camminando spediti sul marciapiede bagnato.
Oggi è una giornata di merda, di quelle che non vorresti averne mai. Ho confusione nella testa….molta confusione Continue reading